Alessandra Badalamenti

Pregiudizi sullo Psicologo

I pregiudizi esistono e non si possono negare, tutti li hanno ed è molto difficile liberarsene. Ma non impossibile!

In psicologia, un pregiudizio è definito come: «un’opinione preconcetta concepita che non si basa sulla conoscenza precisa e diretta di un fatto o di una persona, ma si basa su voci e opinioni generali».

Si tratta quindi di un giudizio infondato, generalmente negativo e privo di motivazioni sufficienti. Il pregiudizio può essere considerato un atteggiamento e come tale può essere trasmesso nella società, e in ogni società ci sono pregiudizi più o meno comuni a tutti i suoi membri.

In questo articolo, intitolato “pregiudizi sullo psicologo”, cercheremo di analizzare i pregiudizi più frequenti, cercheremo di capire come sfatare i falsi miti e scegliere lo psicologo più adatto in base a ogni caso. Cercheremo di esaminare questi fenomeni comuni per sfatare i miti che spesso influenzano il giudizio delle persone su questa categoria professionale e, di conseguenza, limitano la possibilità di cercare aiuto quando è necessario. Ma prima rispondiamo a questa domanda: chi è lo psicologo?

Chi è lo psicologo?

Lo psicologo è un professionista che lavora per il benessere d’individui, gruppi, organismi sociali e comunità. Si occupa di psicopatologia, ma interviene anche in un’ampia gamma di situazioni personali e relazionali che possono essere fonte di sofferenza e disagio. Lo psicologo si dedica alla promozione del cambiamento, al rafforzamento delle risorse e al monitoraggio d’individui, coppie, famiglie, organizzazioni in momenti particolarmente critici o difficili. I numerosi campi di applicazione della psicologia comprendono ospedali, centri di consulenza, scuole, tribunali, servizi per bambini e adolescenti, comunità terapeutiche e case di riposo. Le nuove aree includono la psicologia delle carceri, la psicologia transculturale, la neuropsicologia, la psicologia dell’emergenza, la psicologia del traffico, la psicologia dello sport e il benessere nel suo senso più ampio.

I pregiudizi sullo psicologo: 10 pregiudizi

L’ordine degli psicologi della Lombardia alcuni anni fa ha avviato una campagna di sensibilizzazione molto funzionale: ha distribuito delle cartoline che riportavano un decalogo delle credenze erronee oggi più diffuse per combattere i demoni che sono stati costruiti attorno a questa professione e facilitarne l’accesso della popolazione.

Ho ritenuto utile farvi conoscere questo decalogo che non solo reputo estremamente interessante, ma anche molto intelligente: un modo per fare chiarezza, promuovere la figura dello Psicologo e invogliare le persone ad amarsi e prendersi cura della propria psiche ogni giorno.

  1. “Lo psicologo è per i matti”: lo psicologo lavora con disturbi importanti ma anche come consulente.
  2. “Lo psicologo è per i deboli (e io voglio farcela da solo)”: essere forti, ma soprattutto essere soli e forti non ci farà arrivare lontano; riconoscere di aver bisogno d’aiuto invece sì.
  3. “Lo psicologo potrebbe manipolare la mia mente”: il Codice Deontologico degli Psicologi impone di operare sempre nel rispetto e nell’interesse del paziente per il suo benessere e per il raggiungimento dei suoi obiettivi.
  4. “Io sono fatto così (e cambiare è impossibile)”: non è vero! Si può cambiare sempre, basta volerlo e trovare il giusto supporto.
  5. “Nessuno può capire il mio dolore”: forse è vero, ma lo psicologo potrà aiutarti e darti supporto.
  6. “È impossibile risolvere problemi concreti solo parlando”: provare per credere”
  7. “La psicoterapia dura troppo”: ogni programma è personalizzato, non è mai troppo lungo il tempo che dobbiamo dedicare alla cura di noi stessi.
  8. “Lo psicologo costa troppo”: lo psicologo opera in contesti pubblici e privati, con strutture convenzionate e tariffe agevolate.
  9. “Perché rivolgersi a uno psicologo quando posso parlare con un amico?”: perché uno psicologo potrà aiutarti in maniera diversa.
  10. “Ah…sei uno psicologo?!”: sì, e sono felice di poter aiutare il prossimo a conoscere se stesso, scoprire il suo potenziale ad aiutarlo nei momenti di difficoltà. Ma sono anche una donna, una mamma e una moglie. Sono anche io un essere umano!

Dal sito dell’Ordine Psicologi Lombardia “10 pregiudizi sullo psicologo“.

Contattami